火曜日 12 12月 2017 ore 07:24
Home Itinerari Torre Velasca

Torre Velasca

Eメール 印刷 PDF

Verso il centro di Milano, si scorge in lontananza un ideale punto di fuga di cui si intuisce il valore simbolico, pur riuscendone a percepire solo un accennato profilo: si tratta della Torre Velasca, edificio progettato dal gruppo di architetti milanesi BBPR (Banfi, Belgiojoso, Peressutti, Rogers) negli anni `50. La Torre Velasca si colloca nella prima generazione moderna della vicenda architettonica italiana, ma al tempo stesso mantiene uno stretto rapporto col contesto milanese in cui sorge, dialogando in particolar modo col Duomo, i campanili della città, ma soprattutto col Castello Sforzesco. La torre, con la sua caratteristica forma "a fungo" si staglia nel cielo della città integrandosi con le emergenze tradizionali dello skyline, alto 99 metri, del centro di Milano: palazzi, torri, cupole, campanili; essa si rifà alla tradizione lombarda sia richiamando la mole ed il profilo dei torrioni, sia riproponendo la struttura del palazzo medievale che vedeva allineati su un piano arretrato i piani inferiori, generalmente adibiti a magazzini, laboratori o botteghe mentre i piani superiori, generalmente residenziali, sporgevano retti da mensole in legno o pietra. Ma il caratteristico profilo della torre è la conseguenza di un lungo intrecciarsi di studi e ragionamenti che trovano il proprio fondamento nel cercare delle risposte logiche e funzionali alle condizioni spaziali entro cui si è dovuta inserire la torre, costretta in uno spazio ristretto alla base, ma libera di espandersi nei piani superiori, ai regolamenti edilizi che imponevano volumi specifichi a seconda delle destinazioni d`uso, ed alle esigenze del richiedente che preferiva una destinazione mista in vista del nascente Quartiere Direzionale destinato esclusivamente ad uffici per grandi aziende. Guarda le immagini digitali panoramiche a 360° di Arounder Milano


Close to the city centre, looking up, one can notice the presence of an outstanding profile: it is the outline of Torre Velasca, whose symbolic value one is able to guess in the distance. The building was designed in the 1950s by a group of Milanese architects called BBPR after their names: Banfi, Belgiojoso, Peressutti and Rogers. The Velasca Tower belongs to the first generation of Italian modern architecture, nevertheless keeping itself linked to the Milanese context in which it was born, relating itself particularly to the cathedral, the bell towers in town and above all to the Sforzesco Castle. The tower, with his characteristic "mushroom" shape, sticks out into the city centre skyline (average height 99 meters): buildings, domes, towers and bell towers. Its structure recalls the Lombard tradition of the massive profile of towers and medieval fortresses in which the lower parts were narrower and generally used as stores, laboratories or shops while the higher storeys, generally used as homes, did stick out propped up by wooden boards or stone beams. In fact the shape of this building is the result of long studies and researches trying to satisfy the functional needs of space: a narrow surface on the ground but the possibility to extend and enlarge the structure from a certain height on. Urban planning regulations also imposed specific volumes depending on the purpose of buildings, in this specific case mixed functions were figured: residential and commercial use.

Dove : Piazza Velasca

最終更新 ( 2008年10月 15日(水曜日) 17:08 )  
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Copyright © 2017 Eventi Milano. All Rights Reserved. Designed by Events Communication.